PARTECIPA ALLA MASTERCLASS: RITROVA IL TUO TEMPO

Un po’ di

positività

Un po’ di
positività

LEGGI L’ARTICOLO

MINDFULNESS

Parliamo di cose belle anzi bellissime

Chiunque svolga un mestiere creativo lo sa benissimo: se la motivazione non è a portata di mano. Va fosse per lei farebbe come vuole andando e venendo la motivazione è qualcosa di molto volubile. Chiama Gere parte delle volte sono le stesse scadenze che la vita e lavoro in generale gli impegni ci impongono a far scaturire dentro di noi a fare pressione sulla giusta leva per far riemergere in noi la motivazione. In un certo senso siamo tutti scrittori in attesa della nostra musa e pure questa è sfuggente. Ma è anche vero che la motivazione favorisce tutti coloro che sono disposti ad iniziare, a mettersi in gioco investendo il loro tempo, la loro energia, le loro risorse insomma tutto il meglio che hanno a disposizione per realizzare qualcosa.

 

È fondamentale che tu impari a creare la tua ispirazione con uno stile di vita che sia la tua primaria motivazione e fonte d’ispirazione: sei responsabile della nostra della tua ispirazione e motivazione.

Prima tutto ci vuole passione: What?

 

A volte non è non si tratta di sapere o non sapere quali sono i nostri impegni, a volte semplicemente non ne abbiamo voglia. Semplicemente magari tutto ciò che abbiamo portato avanti fino tutto quello che hai portato avanti fino a questo momento della tua vita non ti soddisfa più ed è quindi ora di cambiare di concentrarti su ciò che davvero ti fa stare bene che ti rende una persona completa soddisfatta e appagata. Si tratta semplicemente di un rimetterti di metterti al primo posto iniziando dalla scoperta dalla riscoperta o dalla scoperta di quelle che sono le tue passioni.

Esiste sempre, e sottolineo sempre qualcosa dentro di te che sia in grado di generare la giusta spinta: questo qualcosa e ciò che ti appassiona, ciò che tiene sveglio la notte quando tutto il mondo dorme e sembra che finalmente hai tempo di pensare a come riuscire in questa o quella cosa, per vedere finalmente concretizzato il tuo sogno.

 

Prima le cose importati: why? 

Chiunque tu voglia essere e qualunque cosa tu voglia fare il tuo primo impegno verso te stessa sarà curare la tua motivazione in maniera tale che questa rimanga costante nel tempo e costituisca per te una solida base di partenza in modo tale che qualsiasi imprevisto ti capiti, qualsiasi evento ti faccia rallentare o magari persino temporaneamente bloccare nella tua evoluzione e nella raggiungimento dei tuoi obiettivi potrai sempre prenderti un momento per ricordare a te stessa il perché stai facendo quello che stai facendo, ogni giorno. 

 Davvero la motivazione può spalancarti le porte del paradiso poiché è una delle armi armi più potenti di cui potrai mai disporre nella vita perché come hai detto prima qualcosa che ti appartiene e che pertanto hai la possibilità di mantenere costante è la tua vita e quindi nella tua nel tuo così quotidiano.

 

 

Scrivilo

A questo punto dovrai riscoprire il tuo lato analogico affidare i tuoi flussi di coscienza ad un diario. Soprattutto se non fa già parte delle tue abitudini ti risulterà molto strano scrivere su carta con una penna, eppure È il modo migliore per iniziare a ad avere ad introdurre la concretezza nella tua giornata. Il mondo digitale ci fornisce quantità enormi di informazioni ma essendo fruibili grazie a dei dispositivi che mantengono la loro dimensione quindi non crescono come ad esempio può crescere una biblioteca privata restano esattamente della stessa dimensione. Questo ci porta a ad avere una percezione alterata dunque inizia a scrivere una parola per volta quello che è il tuo percorso di vita ideale magari scriverai soltanto una riga magari riempir hai una pagina soltanto un paragrafo e ti piacerà così tanto quello che avrai scritto che non avrai neanche non sentirai più il bisogno nemmeno di chiederti se sei motivata o meno perché semplicemente ti sarai innamorata del tuo progetto e questo sarà la tua arma segreta. A quel punto non ti chiederai nemmeno se sei motivata o meno semplicemente inizierai a lavorare per concretizzare il tuo sogno.

Kaizen! Fai qualcosa.

 

Qualunque cosa tu voglia fare ci sarà sempre primo passo da compiere e a volte davvero fare il primo passo è più semplice di quello che pensiamo, ma se così non fosse invece di aspettare il momento perfetto, la competenza perfetta, la collaborazione ideale che rischierebbero soltanto di creare delle aspettative il reale fatte di grandi spettacoli e scene finali, inizia con il fare qualcosa di piccolo.

Non c’è bisogno di iniziare in maniera drastica chiedendo a te stessa l’impossibile, almeno per questa primo momento; ti basterà infatti iniziare da qualcosa che sia per te, in questo momento, semplice e concretamente realizzabile sin da subito. 

Puoi chiamare questo approccio Kaizen andando a riprendere il termine giapponese che significa miglioramento costante ed infatti lo si può immaginare come una serie di gradini di una scala quindi il significato pratico è quello di: passo dopo passo raggiungi i tuoi obiettivi. Se invece vogliamo rifarsi alla al libro di Mark Manson possiamo riprendere quello che è il principio della “du Sam Thing” raccontatosi nella nel suo libro la sottile arte the not Killing a Fac..

È infatti l’azione a creare la motivazione. Inizia seriamente con il prendere un quaderno è una penna e inizia scrivendo qualsiasi cosa, la cosa più semplice che posso consigliarti di fare è assolutamente è quella di iniziare con una raccolta di citazioni che possano per te essere d’aiuto e che siano in grado di farti scattare la giusta leva. Questo piccolissimo e semplicissimo esercizio servirà anche da riprova per farti rendere conto di quanto effettivamente tu sei disposto ad impegnarti nel per raggiungere i tuoi obiettivi. Infondo se non sei disposto nemmeno a tenere un diario figuriamoci raggiungere quello che per te è un grande traguardo, e che indubbiamente ti metterà di fronte ad innumerevoli prove e sfide.

When?

 La buona notizia, riprendendo l’ideologia della Cai zen e che nel momento in cui si presenteranno da qui a X tempo delle sfide importanti sarai anche in grado di fronteggiarle perché appunto nel frattempo sarei cresciuta sarei migliorata e avrei dato prova di te. Così prima che tu te ne renda conto ti sarai avvicinata davvero al tuo obiettivo. E sarà utile tenere traccia non soltanto dei tuoi pensieri che sul tuo diario avranno modo di prendere la forma che desiderano (non tutto ciò che scrivi è fatto per essere condiviso, puoi infatti tenerne una parte tutta per te in un momento privilegiato della tua giornata) ma anche di quelli che in termini tecnici si chiamano benchmark ossia misurazioni di quelli che sono i tuoi effettivi progressi in un determinato lasso di tempo potrai. Potrai confrontarti con la te stessa di qualche settimana prima potrai confrontarti con delle persone e professionisti che stimi ad ogni modo questa abitudine diventerà parte del tuo processo in quanto ti aiuterà a definire dapprima i tuoi sogni, trasformarli poi in progetti e aiutarti a rimanere costante nell’attuazione di tutto ciò che sarà necessario a trasformare quei sogni a dare concretezza tangibile a quei sogni.

 

Motivazione in 2 minuti

Come ho detto all’inizio di questo articolo mantenere costante la nostra motivazione e quindi il nostro flusso di energia, dovrà essere la tua prima il tuo primo impegno quotidiano. Ora che hai un quaderno tra le mani potrei sperimentare la bellezza della list-making analogico. Il mio consiglio è quello di appuntare di stilare una lista di piccole pause. Piccole azioni e quindi che tu puoi attuare ogni volta che senti che la tua mente si sta disallineando. Alcuni di questi possono essere:

– meditare

– guardare il cielo

– fare 10 respiri profondi

– prepararsi una tazza di tè o di caffè filtro, il che ti abituerà alla ritualità anche negli aspett più quotidiani della tua vita

– fare una passeggiata

– raccogliere le idee e valutare se è il momento di chiedere aiuto

– studiare

– scrivere sul tuo quaderno

– e qualsiasi altra cosa che da un lato ti faccia allentare la tensione generata dalla grande concentrazione che stai mettendo nella raggiungere i tuoi obiettivi e dall’altro sia in grado di allineare nuovamente i tuoi pensieri e quindi la tua energia e concentrazione su quelli che sono su quello che su quello che è il tuo prossimo step.

Felice come un bambino

Nulla può rendere una persona di successo se nonna appunto la sua capacità di far succedere le cose e di portarle nella sua vita.spesso c’è bisogno di un momento di introspezione, soprattutto quando stai attraversando o uscendo da un periodo difficile della tua vita. È un periodo che la vita te la decisamente scombinata. È questo il momento per guardarti dentro e riscoprire il momento in cui il tuo sogno ha iniziato a definirsi nella tua mente e nel tuo cuore. E soprattutto qual’era la motivazione reale, quale aspetto della tua vita volevi colmare. Pensa quindi all’entusiasmo che avevi ancora il momento indipendentemente dal fatto che tu avessi avuto 10, 16,35 ho 45 anni tu non potevi stare fermo e perché ti sentivi seriamente alimentata dalla fiamma della vita di una persona che ha uno scopo nella vita.ad un certo punto evidentemente hai perso questa scintilla iniziale hai dimenticato la sensazione di questa scintilla iniziale, ma non l’hai persa ci vorrà semplicemente del tempo per farla riaffiorare. In questo la meditazione, e le pratiche introspettive come lo è appunto tenere un diario sono la giusta azione da intraprendere in questo momento nella tua vita.

Avvia una sorta di autoanalisi che possano farti individuare il momento in cui c’è stata una rottura fra te e I tuoi sogni. Costruisci un ponte ed entra nuovamente in connessione con la tua capacità di sognare.

Le giuste domande 

Inizia a porti delle domande le cui risposte possono o essere i consigli che stai cercando ma che solamente tu puoi darti.

Tempo fa mi è capitato di parlare con una persona della mia paura di non avere nulla di utile da dire agli altri.la risposta di questa persona è statati iniziare a dire qualcosa a me stessa. La sua risposta mi ha totalmente spiazzata ma da allora ho iniziato a pormi delle domande delle domande che fossero quel qualcosa che io volevo dire agli altri e che nel mentre stavo dicendo a me stessa. Ed ho creduto talmente tanto in questo approccio in questo consiglio che ho deciso di condividerlo con gli altri in tutte le forme che la mia mente è stata e sarà in grado di pensare.

Affermalo per iscritto

 Immagina di allenarti per una gara importante, certamente quello che ti ripeterai realmente nella mente sarà io vincerò al 100% io posso farcela sono abbastanza forte e brava da superare i miei avversari. Di fatto nessuna strada spianata ma tu devi avere la certezza dentro di te coltivando la giorno per giorno che hai tutto ciò che ti occorre per farcela seriamente per farcela davvero. Trova nel tuo quaderno diario uno spazio per scrivere affermazioni che servono a rinsaldare la fiducia in te stessa forte del fatto che non c’è spazio per l’esitazione.

Metti la penna sulla carta e costruisci te stessa. Dovrai essere, anzi sei il giocatore l’allenatore e anche il fan club e probabilmente anche il proprietario della palestra dove ti alleni. Scrivere in prima persona la tua storia è l’unico modo che hai per vivere la vita che vuoi. Se lascerai che siano gli altri a farlo al posto tuo potrai anche vivere una vita piacevole, ma non sarà mai una vita completamente tua.

 

Tutto è una lezione e inizia, o prosegui, 

 

 

 

 

Sono stati scritti decine e decine di libri sull’importanza del tempismo, sull’importanza di avere una routine degli abitudini che siano per noi sane e proficue. La realtà è che quando si tratta di motivazione non c’è momento migliore che non sia ora. Certamente nel momento in cui inizierai a delineare il tuo programma di vita fosse da qui a un mese o da qui a tre anni dovrai necessariamente dare delle priorità ricordandoti che il multitasking va bene soltanto per i device dei quali ci serviamo ma noi siamo esseri umani dunque è cosa buona concentrarsi su una cosa per volta.

 

SEGUIMI SUI MIEI SOCIAL