I love shopping | Sophie Kinsella

I love shopping è il primo libro di Sophie Kinsella, e chiunque lo legga non potrà fare a meno di innamorarsi di Becky e del suo essere uno spirito libero, soprattutto quando si tratta di fare acquisti!

E’ così che ho conosciuto Rebecca “Becky” Bloomwood, la protagonista di I love shopping di Sophie Kinsella.

E se mi esprimo in questi termini, è semplicemente per il fatto che Becky è un personaggio riuscitissimo, in virtù della sua autenticità. Non a caso, in molte potrebbero confessare di essersi immedesimate, nella vicende narrate in I love Shopping.


Rebecca Bloomwood, lavora in un prestigioso giornale londinese “Far fortuna risparmiando”, la qual cosa non potrebbe essere più ironica, considerando il fatto che Becky ha dei seri problemi a tenere sotto controllo le sue spese. Il risultato? E’ praticamente perseguitata dal direttore della sua banca Derek Smeath, il quale non avrà vita facile nel tentativo di rimettere in sesto, il conto perennemente in rosso della nostra eroina.

Lei è a dir poco frizzante! E la personalità spigliata che Sophie Kinsella le ha conferito, inducono il lettore a provare simpatia se non addirittura affetto, dato il fatto che Rebecca nonostante tutti i suoi sforzi, sembra proprio che non riesca a stare lontana dallo shopping.

Ovviamente ha un serio problema con la scritta saldi, nella quale chiunque le voglia bene, spera non si imbatta mai; infatti a prescindere dal prezzo, per Becky c’è sempre un ottimo affare da concludere. 


Beh! almeno in questo è coerente: acquista a tutto tondo! Dagli articoli per la casa, alla sciarpa perfetta e immancabile, all’intimo per il suo prossimo appuntamento, con uno degli scapoli più ambiti di tutto il Regno Unito, che neanche a farlo apposta, è proprio il cugino (un po’ strano a dire il vero), della sua coinquilina nonché migliore amica: Susan “Suze” Cleath-Stuart.

E per fortuna che c’è Suze, altrimenti tra un crollo emotivo e l’estratto conto di fine mese, su chi avrebbe potuto fare affidamento Becky? Non certo sui suoi genitori che vivono a Oxshott!!


Ma se è tutto bene quel che finisce bene, questo trambusto surreale porterà a Becky l’uomo dei suoi sogni, anche se non è detto, riesca ad essere anche la cura, per il suo piccolo problemino con lo shopping!

In poche parole, I love Shopping è davvero una bella commedia e non a caso, ci hanno fatto anche un film! È un libro da leggere d’un fiato, quanto più i nostri occhi e impegni quotidiani ci consentano, perché la scrittura è davvero incalzante e quando devi chiudere il libro, per rimandare la lettura all’indomani, è un vero dispiacere che si placa soltanto quando si ricomincia a leggere.

E per fortuna che sono davvero in molti i fan di questo libro, perché oggi I love Shopping è una saga! Quindi niente paura, perché quando arrivate a pagina 299, l’ultima (almeno nella mia edizione), puoi sempre andare in libreria e acquistare il seguito.

Personaggi

  • Becky Bloomwood: Protagonista della storia, Becky Bloomwood è una giornalista finanziaria che lavora per la rivista “Far Fortuna Risparmiando” (Successful Savings). Se da un lato è in grado, o almeno ci prova, di dare consigli ad altri sui propri soldi, lei è del tutto incapace di gestire i propri e sembra essere condannata ad avere il conto bancario perennemente in rosso. Vive a Fulham, elegante quartiere londinese, ma è nata ad Oxshott, a sud, nel Surrey. E dire che è ossessionata dallo shopping, è decisamente un eufemismo. Becky prova anche a cominciare a risparmiare, ma si rende conto di non esserne in grado arrivando a spendere 200 sterline in un giorno. Compra anche dei biglietti della lotteria che risulteranno, in modo estremamente diverso dalle sue aspettative, non vincenti.
  • Jane e Graham Bloomwood: Sono i genitori di Becky e vivono ad Oxshott, nel Surrey. Becky è la loro unica figlia e arrivano a credere che il suo direttore di banca, Derek Smeath, la insegua e sia uno stalker. In verità questi cerca solo di mettersi in contatto con Becky per discutere della sua situazione finanziaria, ma lei cerca di evitarlo in ogni modo. I genitori di Becky sono estremamente comprensivi nei suoi confronti, e riescono quasi sempre a trovare le parole giuste per rimetterla su di morale.
  • Luke Brandon: Capo e creatore di una società di PR di successo, la “Brandon Communications”. Invita sempre Becky alle conferenze stampa e le dà una mano quando ha bisogno di un prestito di denaro. Quando Becky si rende conto di aver preso una cotta per Luke, scopre che questi ha una ragazza, tale Sacha de Bonneville. Luke è al trentunesimo posto nella classifica dei miliardari scapoli più prestigiosi della Gran Bretagna.
  • Susan Cleath-Stuart (Suze): È la coinquilina di Becky. I suoi genitori sono aristocratici benestanti e hanno comprato l’appartamento come regalo per la figlia. Suze è l’amica più vicina di Becky. Aiutando Becky a far cornici durante uno dei tentativi di farle guadagnare più soldi, si rende conto di avere talento e comincia a lavorare come designer professionista. Anche Suze adora fare shopping, ma vive entro i propri mezzi grazie agli assegni della sua famiglia.
  • Tarquin Cleath-Stuart: Il cugino “strano” di Suze, al quindicesimo posto nella classifica dei miliardari scapoli più prestigiosi della Gran Bretagna. Vive in Scozia e ha per poco tempo una cotta per Becky. Escono anche assieme, ma l’appuntamento non va come previsto da Becky: la porta in un Pizza Express invece di un prestigioso ristorante, e la serata finisce con Tarquin che scopre da lontano Becky guardare, anche se solo per innocente curiosità, il suo libretto degli assegni. Prova a invitarla una seconda volta, ma lei uscirà con Luke.
  • Elly Granger: Elly è una conoscente di Becky all’inizio del libro, nonché sua collega e giornalista finanziaria. Anche se inizialmente entrambe provano una certa antipatia verso quel tipo di ambiente, Elly comincia a inserirsi accettando un lavoro alla Wetherby’s Investments. Finiranno col prendere strade diverse e separarsi, tant’è che Elly non viene più menzionata nemmeno nei libri successivi.
  • Derek Smeath: È il direttore della banca di Becky e per tutta la storia cerca di contattare Becky per poter discutere del suo conto bancario e degli scoperti. Viene anche scambiato per uno stalker dai genitori di Becky. Alla fine del libro, quest’ultima lo contatta dicendogli che vuol affrontare i suoi debiti responsabilmente. Lo apostrofa simpaticamente “Sweetie Smeathie”.
  • Famiglia Webster: Janice e Martin Webster sono i vicini di casa dei genitori di Becky, e anche molto amici con loro. Hanno un ruolo cruciale nello svolgimento della storia, quando vengono ingannati dalla propria banca perdendo 20.000 sterline. Il figlio Tom è un amico d’infanzia di Becky, dalla quale è stato respinto. Ha una casa a Reigate, nel Surrey, cosa che deprime Becky al sol sentirne parlare, dato che non si trova in una situazione finanziaria adatta per comprarne una tutta sua. Ha una fidanzata, Lucy, alla quale compra tutto quello che vuole per il suo compleanno.

LUOGHI, TERMINI & NOMI

  • Londra: città in cui è ambientata il romanzo
  • Far fortuna risparmiando: famosa testata giornalistica londinese dove (ironicamente) lavora Rebecca Bloomwood
  • Oxshott: Cittadina natale di Rebecca “Becky” Bloomwood, dove vivono ancora i suoi genitori
  • Fulham: quartiere di Londra dove vive Rebecca Bloomwood
  • Brandon Communications: società di pubbliche relazioni di Londra fondata da Luke Brandon

Titolo originale (tedesco):  Das Parfum – Die Geschichte eines Mörders

Autore: Sophie Kinsella

Prima pubblicazione: 2000

Prima pubblicazione in Italia: 2000

La mia edizione: 2009 – IV Edizione Febbraio 2009

Editore italiano: Mondadori

Collana: Omnibus

Genere: Romanzo

Numero di pagine: 259

Preceduto da: –

Seguito da: I love shopping a New York

La famiglia prima di tutto | Sophie Kinsella

Andando oltre il senso di responsabilità cui siamo legati nei confronti degli altri, possiamo assumerci la responsabilità della nostra vita.

Quello con la famiglia è uno dei legami più significativi, che ciascuno di noi potrà mai sperimentare nella propria vita. Parimenti tutti gli insegnamenti, da essa provenienti andranno a definire la persona che saremo, almeno finché non decidiamo di prendere in mano la situazione e cambiare le carte in tavola.


“La famiglia prima di tutto”: questo è stato il motto del signor Farr durante tutta la sua vita. E adesso che è venuto a mancare ci pensa Fixie a tenere vivo il motto di famiglia, insieme alla madre. Si, perché i suoi due fratelli sono troppo impegnati a fare pasticci, che lei immancabilmente provvederà a rimettere a posto. D’altronde il suo è un soprannome più che meritato…proprio non riesce a lasciar correre.


Così, quando in un caffè, uno sconosciuto gli chiede di tenergli d’occhio il suo computer, lei non può fare altro che proteggerlo al costo della sua stessa vita! Sebastian, questo è il nome dell’importante manager, per ringraziarla dell’improbabile quanto efficace salvataggio, la ricompensa con un pagherò scritto su un foglio di carta: “Ti devo un favore”. Ma se pensate che verrà incassato, per garantirsi una qualche adeguata ricompensa vi sbagliate. Ancora una volta Fixie, metterà qualcuno che non se lo merita al primo posto, mandando a rotoli qualcosa di veramente speciale…finché per una volta, il favore viene restituito a lei.

Così tutti i drammi e i guai che i tre fratelli si sono ritrovati ad affrontare, per la prima volta insieme, vanno a favorire il cambio generazionale che elegge Fixie a nuovo capo famiglia, con grande sorpresa, solo sua!


Titolo originale: I owe you one

Autore: Sophie Kinsella

Prima pubblicazione: –

Prima pubblicazione in Italia: 12 febbraio 2019

La mia edizione: 2019 – I edizione

Editore italiano: Mondadori

Collana: –

Genere: Romanzo rosa

Numero di pagine: 331

Preceduto da: Sorprendimi!

Seguito da: Fermate gli sposi

PERSONAGGI

  • Fixie Farr
  • Sebastian “Seb” Marlowe: manager finanziario incontrato al caffè
  • Hannah: best amica sposata fa la contabile
  • Greg: capo commesso da Farrs
  • Farr’s: negozio di articoli per la casa della famiglia Farr ad Acton, West London
  • Jake Farr: fratello di Fixie
  • Nicole Farr: sorella di Fixie
  • Morag: vice responsabile da Farrs
  • Stacey: cassiera da Farrs
  • Michael Farr
  • Leila: fidanzata di Jake
  • Zio Ned: fratello del padre di Fixie
  • Ryan Chalker: ex fidanzato di Fixie
  • Tamara: fidanzata americana di Ryan prima di Ariana
  • Ariana: fidanzata americana di Ryan dopo Tamara
  • Briony: fidanzata di Sebastian Marlowe
  • Tanya: segretaria di Sebastian Marlowe
  • Drew: marito di Nicole Farr
  • Baz: collega di Drew ad Abu Dhabi
  • Vanessa: cliente e membra del club delle torte del Martedì di Farrs
  • Anita: insegnante di Yoga di Nicole
  • Julie: compagna di yoga di Nicole
  • Pippa: amica della mamma di Fixie
  • Bob Stringer: consulente finanziario della famiglia Farrs
  • Aarin: soci fraudolenti di Ryan Chalker
  • Smithson: agenzia di PR
  • Jimmy: allenatore di pattinaggio di Fixie
  • Zia Karen: sorella della mamma Joanne vive in spagna da 27 anni
  • Joanne Farr: madre di Fixie
  • Alison: capo settore ricerche
  • Ed: amico di Jake
  • Stacey: dipendente di Farrs
  • Sheile: cliente fissa look da “vecchia megera”
  • Erica: membro più anziano del team di Sebastian
  • Whiny: nuova fidanzata di Seb
  • Andy: uno dei collaboratori di Seb
  • Iona: amica di Nicole mamma di Blade, Journey e Wisdom
  • Sarah Bates-Wilson: l’ex dipendente di Fixie ladra di spazzole
  • Astrid: ragazza di cui Seb era innamorato a scuola
  • Fawn: vero nome di Fixie
  • Matthew McConnel: ex fidanzato di Fixie si è affettato con i coltelli da Farrs
  • James: fratello di Seb
  • Tony: padre di Leila

La mia vita non proprio perfetta | Sophie Kinsella

Si può essere accecati così tanto dalla scintillante vita dei social, al punto di cancellare completamente chi si è: accento, nome, origini? Arrivare ad emulare sui social, una quotidianità che è ben distante da quella che abbiamo e, a onor del vero, anche da quella che potrebbe realmente renderci felici, perché fedele a noi stessi?


Catherine Brenner, Katie per la famiglia, Cat per gli amici e colleghi londinesi, ha 26 anni e il Somerset con la sua Ansters Farm, hanno davvero ben poco a che fare con la divorante metropoli in cui ha scelto di vivere per inseguire il suo sogno, di diventare una londinese con la L maiuscola.

Tutto ciò che vuole è proprio lì, ogni giorno davanti ai suoi occhi, ma non la tocca mai! Lavora per la Cooper Clemmow, un’importante agenzia di branding e strategie di marketing, dove il mito della “sua capa” Demeter è per lei fonte di quotidiana ispirazione, tuttavia lei è l’ultima ruota del carro.


Non l’affitto esagerato per uno spazio angusto e mal assortito in termini di coinquilini, non la vita da pendolare, non il cibo scadente e decisamente ridotto, non gli abiti Cristian Bior (con la B)! Ogni giorno sfida tutto questo con una positività invidiabile, che la fa costantemente credere nel futuro e nel fatto che di li a poco, quel successo professionale, quel ruolo all’interno della società londinese saranno finalmente suoi.

Come di consueto la troppa luce acceca, così che Cat di fatto non da il giusto peso alle vicissitudini della propria “nuova vita” ed è convinta, che il prezzo salato che sta pagando valga la pena, almeno fino a quando non viene licenziata ed è costretta a tornare ad Ansters Farm, dove la vita non sarà più come prima!


Per raggiungere i suoi obiettivi e la tanto attesa felicità, l’anello mancante era tutto quello da cui Katie si era allontanata con tanta foga. E questa volta, l’ultima follia del padre (a che cosa servono delle tende in una fattoria?!) sarà la leva decisiva. Lontano dagli stress mondani e dalla frenesia social dove conta più l’apparenza che la realtà, finalmente la nostra eroina riuscirà a dimostrare a se stessa e agli altri (compresa la stessa Demeter, contro ogni probabilità), che in effetti è già quella che voleva disperatamente diventare.

Anche l’amore decide di unirsi a questo nuovo quadro dove una volta riscoperte le radici, anche il cuore può prendere il volo in una serenità condivisa che ne Katie, né Alex Astalis (si quello inarrivabile della Cooper Clemmow), avrebbero mai immaginato.

Così Katie, rinunciando alla piastra per capelli ha trovato la sua Londra, proprio dove non l’avrebbe mai cercata.


Sarà per deformazione professionale… ma vale la pena evidenziarle questa citazione, seppur decontestualizzata!

Tieni la mano al cliente (e fallo per tutto il tempo e oltre) 

Motto della Cooper Clemmow

Titolo originale: My life is not quite perfect

Autore: Sophie Kinsella

Prima pubblicazione: –

Prima pubblicazione in Italia: Febbraio 2017

La mia edizione: 2017 – I edizione

Editore italiano: Mondadori

Collana: –

Genere: Romanzo rosa

Numero di pagine: 345

Preceduto da: Fermate gli sposi

Seguito da: Sorprendimi!

I love shopping a Las Vegas | Sophie Kinsella

Con in bocca il sapore de “La mia vita non proprio perfetta”, ecco qui un’altra avventura davvero coinvolgente dell’eroina Becky.

Avevo ancora in bocca il sapore de “La mia vita non proprio perfetta” che volevo riassaggiare quel sapore scegliendo appunto un libro della stessa autrice Sophie Kinsella.
Quindi inizio a leggere questo romanzo di poco più di 300 pagine, che fa seguito al settimo della saga: “I love shopping a Hollywood“.

Se ve ne ricordate ad un’analisi si era evidenziato che il libro si presentava sostanzialmente come un “apri pista” per evoluzioni successivi, ed ecco che qui tutte le matasse si sciolgono in un’avventura, stavolta molto più coinvolgente.
A dare il là a questo viaggio on the road è proprio la scomparsa del signor Graham Bloomwood, padre di padre di Rebecca e di Tarkie il marito di Suze, la quale in preda al panico e brancolando nel buio non può fare altro che coinvolgere la sua migliore amica (che forse adesso è Alicia), in quella che diventa una ricerca di qualcosa di inaspettato…leggere per credere!


Così Becky, Suze, Alicia, Luke, Minnie, la madre di Becky e Janice la sua vicina di casa di Londra nonché migliore amica partono alla volta di Las Vegas seguendo una vecchia mappa del padre di Rebecca. Ah si! vi ricordate del tentativo di Becky di far riappacificare Luke e sua madre? Beh, ovviamente anche la signora Brandon, Elinor, nel corso del viaggio si unisce, udite udite, per supportare la consuocera!!

Il rapporto incrinatosi tra Rebecca e Suze a Hollywood riuscirà nel deserto a trovare nuova linfa o riscoprire quella ben nascosta dalla presenza di Alicia Merrelle? Viene da chiedersi, che cosa interessa di Suze ad Alicia… e se lei fosse solo un tramite? E se la stesse usando per mettere le mani su un pezzo (o magari molto di più) della fortuna di Lord Cleath-Stuart! Becky ha tutti i recettori attivi, e questo suo istinto di protezione nei confronti della sua migliore amica (beh, almeno lei la reputa ancora come tale!) l’aiuterà a diventare una persona migliore, più adulta… almeno fino al prossimo libro!


La squadra così assortita inizia il viaggio basandosi su informazioni frammentate, alla ricerca dei vecchi amici del padre di Rebecca: Corey “l’amico di Las Vegas”, Raymond che ora vive nel suo ranch & Brent che… bisogna trovare perché è proprio lui che Graham sta cercando! E mentre Graham e Tarkie cercano Brent, i nostri eroi cercano loro sperando di trovarli prima di Bryce Perry, o almeno prima che vengano coinvolti in qualche assurdo e dispendioso piano in stile Golden Peace (ve lo ricordate, noh?)!

Insomma, l’amicizia in casa Bloomwood è una cosa seria, ed è il filo conduttore dell’intera vicenda. Quindi se anche per voi l’amicizia vale sempre la candela, leggere di questo viaggio in camper e del salvataggio della residenza di Letherby Hall,  vi coinvolgerà più di quanto vogliate ammettere.


Titolo originale: I love shopping a Hollywood

Autore: Sophie Kinsella

Prima pubblicazione: 22 ottobre 2014

Prima pubblicazione in Italia: 2014

La mia edizione: 2014 – I Edizione

Editore italiano: Mondadori

Collana: –

Genere: Romanzo rosa

Numero di pagine: 305

Preceduto da: I love mini shopping

Seguito da: I love shopping a Natale

I love shopping a Hollywood | Sophie Kinsella

Questa volta Becky sembra proprio avere tutto, un marito che lavora con le star e finisce con il rappresentare, niente meno che l’attrice Sage Seimour! Potrebbe Rebecca “Becky” Bloomwood essere più orgogliosa del suo Luke?!

Adesso vivono a Hollywood e la piccola Minnie frequenta un’importante scuola. Eccola però ritrovarsi che a raccomandarla, nella domanda d’iscrizione è stata proprio lei, “La stronza dalle gambe lunghe“: Alicia! che adesso è la moglie del proprietario di un importante circolo: il Golden Peace, il nome dice tutto!


Ma questo non importa, perché riesce persino a farsi raggiungere dalla sua migliore amica Suze e dal marito Tarkie, i quali per l’occasione (e hanno aspettato ben sette romanzi per svestirsi dai loro panni british!) sfoderano dei look in tipico stile hollywoodiano.

Le due riescono anche a fare le comparse (o quasi) in un importante film, a calcare (o quasi) il red carpet, e a superare (o quasi) certi problemini di Becky con lo shopping, dirottando questo suo piccolissimo neo nella realizzazione (o quasi) del suo grande sogno di vestire le star! Voi ve la immaginare Rebecca personal shopper?


Insomma tutto bene finché sia il padre di Becky che Tarkie spariscono nel nulla; finché le star non iniziano a dare i numeri con le loro assurdità. Quí Becky delude tutti, chiudendosi nelle sue infantili visioni di come è o dovrebbe essere il suo mondo, causando come al solito parecchi danni, anche se questa volta a farne le spese sono proprio due delle persone a lei più care: Suze e Luke.

Bisogna dire che rispetto agli altri libri della saga, qui la Kinsella sceglie di dare alla sua eroina una connotazione decisamente troppo infantile, e di inserire all’interno della trama molti elementi che di fatto distraggono il lettore.


Si percepisce infatti un certo attrito, che impedisce di appassionarsi totalmente alle vicende di questo romanzo, neppure nel momento in cui la nostra eroina nel pieno del suo turbinio, decide di far riappacificare suo marito con la madre Elinor!

Sta di fatto che I love shopping a Hollywood è, e così va letto, un preludio al successivo I love shopping a Las Vegas, decisamente più avvincente!


Titolo originale: I love shopping a Hollywood

Autore: Sophie Kinsella

Prima pubblicazione: –

Prima pubblicazione in Italia: 2014

La mia edizione: –

Editore italiano: Mondadori

Collana: –

Genere: Romanzo rosa

Numero di pagine: 384

Preceduto da: I love mini shopping

Seguito da: I love shopping a Natale