Il codice da vinci | Dan brown

Sarebbe stata una notte parigina come le altre, se il curatore del museo del Louvre non fosse stato assassinato.

Robert Langdon si trovava a Parigi per una conferenza, ed in effetti era rimasto piuttosto disorientato dal fatto che Jacques Saunière, dopo essersi dato tanto disturbo per organizzare un incontro proprio con lui, non si era presentato come previsto.

La situazione cambia completamente quando da semplice professore di iconologia Langdon diventa il principale sospettato, dell’omicidio di Jacques Saunière.

Ma non è tutto. In questo avvincente thriller, è dallo stesso direttore del Louvre assassinato, che arrivano gli indizi più significativi che solo sua nipote, la sua P.S.Petite Sophie”, con l’aiuto di Robert Langdon sarà in grado di risolvere, evitando tutti i tranelli.


Il Gran Maestro, come come era solito fare pianificò l’intera vicenda. Previde infatti che la sua ignara erede, avrebbe avuto bisogno di qualcuno degno di fiducia, qualcuno con cui condividere le minacce a cui la missione affidatale l’avrebbe inevitabilmente esposta.

Ma inconsapevolmente Sofie era pronta! Non sapendolo infatti, si stava addestrando da tutta la vita a ricoprire ella stessa, il più alto grado del Priorato di Sion, succedendo proprio a quello stesso nonno con cui non parlava da anni.

I due non si parlavano da quella volta in cui Sofie, assistette ad qualcosa che la sconvolse profondamente. E sarà proprio Robert a rimarginare questa ferita, spiegandole il significato profondo di quel particolare rito.


Ma all’epoca lei fuggì, rinunciando all’unico membro della sua famiglia ancora in vita (?).

Un anagramma scritto col sangue, una serie concatenata di enigmi, una caccia al tesoro imprevedibile e il voltafaccia di un caro amico ossessionato dal Sacro Graal, perché in verità è questo ciò che Sofie e Robert stanno cercando.

Come il primo, così anche il secondo indizio lo troviamo proprio lì, nel Louvre, dove il Gran Maestro è stato  venne assassinato; e la Principessa Sophie, lo troverà proprio dietro la Mona Lisa, quel quadro che mai l’aveva affascinata.


Ma lei quell’oggetto l’aveva già visto molti anni prima, e almeno questa volta il nonno mantenne la promessa. All’epoca le disse:

Questa chiave sarà tua, un giorno

e così fu.

Ma la vera ricchezza non si trova solo nei caveau di una impenetrabile banca svizzera, o nei privilegi di un cavaliere moderno ed eccentrico che può permettersi di organizzare un volo dalla Francia all’Inghilterra, nel tempo di una chiamata.


La ricchezza è quella che si trova nei luoghi più inaspettati, e proprio sotto i nostri occhi perché il Louvre, come si vedrà, contiene davvero il tesoro più grande, ma non è l’unico che Robert e Sophie troveranno! 

PERSONAGGI

PRINCIPALI

  • Robert Langdon: accademico quarantenne, docente di iconologia religiosa all’Università di Harvard, negli Stati Uniti. Esperto nuotatore, soffre tuttavia di claustrofobia a causa di un trauma infantile: cadde in un pozzo abbandonato. Il suono della sua voce è “cioccolata per le orecchie”
  • Sophie Neveu : nipote di Jacques Saunière, e crittologa della polizia di 32 anni lavora per il dipartimento di Crittologia della polizia giudiziaria  parigina. Ha occhi verde scuro e dall’età di 22 anni non aveva contatti col nonno Jacques Sauniére, la sua unica famiglia dato che i suoi genitori morirono all’età di 4 anni

ALTRI

  • Monique: moderatrice che lo introduce durante la conferenza nel Pavillon Dauphine dell’Università americana di Parigi
  • Jacques Saunière: curatore del Museo del Louvre di settantasei anni (76) ed ex combattente della Guerre d’Algérie, membro della fratellanza e soprattutto Grand-Maître del Priorato di Sion
  • Silas: l’albino che ha sparato all’addome al curatore bio pag 72 da Andorra Marsiglia Tolone Oviedo dove conosce Manuel Aringarosa 12 anni di prigione 
  • Claude Grouard: guardia di sicurezza del Louvre. Una guardia scelta atterra Langdon dopo aver scoperto il messaggio scritto da Jacque Saunière sul plexiglas della Mona Lisa
  • I tre sénéchaux: protettori del segreto insieme a Jacques Saunière, assassinati da Silas
  • Tenente Jérôme Collet: della Direction central Police judiciaire
  • Capitano Bezu Fache, le ‘Taureau”: Capitano della Direzione centrale di polizia giudiziaria
  • Vescovo Manuel Aringarosa: membro e capo dell’Opus Dei
  • sorella Sandrone Bieil: conservatrice d’affaires della chiesa di Saint-Sulplice; oramai sessant’anni era in realtà una sentinella che aveva il compito di vegliare sul segreto di Saint-Sulpice
  • Stettner: studente di Langdon che seppe riconoscere nel numero 1,618 il phi “fi”
  • Padre Mangano: astronomo dell’osservatorio di Castel Gandolfo
  • Jonas Faukman: editor newyorkese di Langdon, si consultò con Jacques Saunière in merito al libro di Robert Langdon. L’argomento e la veridicità di quanto scritto suscitò il suo interesse al punto di richiedere un incontro privato con lo stesso Langdon
  • Leigh Teabing: storico reale britannico inserito nell’elenco che Robert Langdon consegna al suo editor per avvalorare le proprie ricerche sul Sacro Graal vive a Versailles dove Robert e Sophie si recano per trovare in lui l’aiuto per aprire il Cryptex discendente del primo duca di Lancaster. E’ di fatto un ereditiero
  • André Vernet: presidente della filiale parigina della Banca deposito di Zurigo
  • Jérôme Collet: nome falso che André Vernet inventa quando finge di essere un autista della banca
  • Richard: pilota privato 
  • Simon Edwards: direttore del servizio clienti presso l’aeroporto di Biggin 
  • Sir Christopher Wren IV: benefattore di Temple Church del XVIII secolo
  • Padre Harvey Knowles: prete di Temple Church che riceve il sabato
  • Pamela Gettum: bibliotecaria specializzata in studi religiosi al King’s College di Londra
  • Marie Chauvel: nonna di Sophie

LUOGHI, TERMINI & NOMI

  • Museo del Louvre:
  • Priorato di Sion: fondato nel 1909
  • Castel Gandolfo
  • Les Dossiers Secrets: documenti che certificano la discendenza di sangue originatasi dall’unione di Gesù e Maria Maddalena. Insieme alle spoglie di Maria Maddalena compongono il Sacro Graal
  • Opus Day: prelatura del vaticano nota per la “mortificazione corporale”
  • Clef de voûte: Chiave di volta nascosta a Parigi nell’antica chiesa di Saint-Sulpice
  • Padre Josemaría Escrivà: Maestro dei Maestri fondatore dell’associazione dell’Opus Dei nel 1928; morto nel 1975 membro dell’Opus Dei come Silas e il suo attuale Maestro
  • Tour Eiffel: monumento all’ingegneria e simbolo della Francia al pari della reggia di Versailles è alta 300 mt
  • Jardin des Tuoleries: location parigina
  • Claude Monet
  • L’arc du Carrousel
  • Musée d’Orsay
  • Centre Pompidou
  • Obelisco di Ramses
  • Galerie du Jeu de Paume
  • Musée du Louvre: contiene oltre 65.300 opere 
  • Monna Lisa: celeberrima opera di Leonardo da Vinci è piuttosto piccola a dispetto della sua fama: 55X80cm. Il fleur-de-lis il fiore di Lisa
  • Gioconda: altro nome con cui è conosciuta la mona Lisa
  • Venere di Milo Vittoria Alata
  • Piramide del Louvre: La Pyramide cinese I.M. Pei 21 metri e composta esattamente da 666 lastre di vetro
  • François Mitterrand la “sfinge”: fu il presidente francese che commissionò la Pyramide a Pei, noto anche per il suo “complesso del faraone”
  • Goethe: architettura musica congelata
  • Salvador Dalí:
  • Pyramide Inversée:
  • Iside
  • Tempio di Delphi
  • Ankh di Tjet
  • Horo: divinità egizia
  • Crix: gemmata in onice
  • May & Pinska: progettisti della sede dell’Opus Day di New York 
  • IOR: Banca del Vaticano
  • Serie di Fibonacci
  • Dracone 
  • Cerchio: simbolo della femminilità
  • Renoir
  • Montmartre: cupola arabescata del Sacro Cuore
  • Arco di trionfo
  • Senna
  • Notre Dame 
  • Saint-Sulpice:  ha la medesima pianta di Notre Dame costruita sulle rovine di un tempio pagano della dea Iside. Vi sono stati battezzati il marchese Sade e Baudelaire e ci si è sposato Victor Hugo
  • Bacone
  • Sacro Cuore:
  • Numero phi: 1,618
  • Marco Vitruvio
  • De Architectura
  • Michelangelo 
  • Dürer
  • Partenone
  • Piramidi egizie
  • L’ultima cena
  • Anagramma
  • Kabbalah
  • Cubismo
  • Picasso
  • les demoseille d’auvignon pas 120
  • sfumato: stile di pittura
  • La linea della rosa: uno gnomone di ottone una meridiana che taglia la chiesa di Saint-Sulpice a seguendo l’asse nord-sud
  • Oculus
  • Obelisco 
  • La rosa dei venti: 32 venti il nord rappresentato con una freccia o tal volta con il simbolo del giglio, fleur-de-lis
  • Il meridiano zero: oggi Greenwich ma in antichità passava esattamente per Parigi e la chiesa di Saint-Sulpice 1888 tolse quest’onore
  • Botticelli
  • Ermafrodito: Ermete e Afrodite
  • La fratellanza o priorato di Sion Prieuré de Sion: è una società(setta) segreta cui simbolo che la contraddistingue sono appunto le iniziali P.S. e il giglio bianco segno di riconoscimento 
  • Amon: dio egizio della fertilità maschile
  • Iside: Isis L’Isa il cui antico pittogramma era L’Isa Amon l’Isa
  • Costantino: imperatore cristiano
  • Inquisizione cattolica: Malleus maledicarum
  • La vergine delle rocce: dipinto di Leonardo da Vinci, Madonna of the Rocks rifiutato dalla committenza. Il committente originario fu la Confraternita dell’immacolata Concezione. Ne esiste una versione più tradizionale conservata alla national Gallery di Londra
  • Uriel
  • Trittico
  • Pala d’altare 
  • Granito
  • Travertino
  • Croce pacifica
  • Orazi e Curiazi: hanno combattuto alle pendici di Castel Gandolfo
  • Copernico
  • Galileo
  • Keplero
  • Newton
  • Bois de Boulogne: il Giardino delle delizie, location parigina non raccomandabile
  • Goffredo di Buglione
  • Tempio di Salomone/Tempio di Erode
  • Ordine dei Templari: l’Ordine dei Poveri Cavalieri di Cristo e del Tempio di Salomone scopo della loro fondazione era quello di recuperare documenti dalla rovine del Tempio di Salomone, il proteggere i Pellegrini era una copertura per meglio muoversi in Terrasanta. Originariamente composto da 9 cavalieri
  • II crociata
  • Re Baldovino II
  • Sancta Sanctorum
  • Papa Innocenzo: con una bolla papale li rese una “una legge in se stessi” originando il moderno sistema bancario
  • 1300 Clemente V con Re di Francia Filippo IV 
  • Venerdì 13 Ottobre 1307: epurazione da parte della chiesa 
  • Sangreal: tutta la conoscenza, il potere e i documenti appartenuti all’ordine dei Cavalieri Templari rispondono oggi al ben noto nome Sacro Graal. Nell’allegoria moderna è la coppa dove Gesú bevve durante l’ultima cena e in cui Giuseppe di Arimatea raccolse il suo sangue durante la crocifissione 
  • Artù e i cavalieri della tavola rotonda
  • Adorazione dei magi
  • Maurizio Seracini
  • Masai: tribù africana 
  • Palissandro: rosewood, frassino chiaro (Una pietra con iscrizioni che giace sotto il segno della rosa)
  • Cryptex
  • Giulio Cesare
  • Cifrario cesareo 
  • Linguaggio di auto-autorizzazione: se sei in grado si decifrarlo hai il diritto di conoscerne il contenuto 
  • Cani di Pavlov
  • Château Villette: residenza di sir Teabing Leight copre più di 70 ettari
  • Quercia
  • Ciliegio
  • Pioppi
  • Rémy Legaludec: maggiordomo di Teabing, viene corrotto dallo stesso sir Teabing Leight, il quale si finge un’altra persona
  • Eretico: haereticus “scelta”
  • La Bibbia: è stata collezionata dall’imperatore pagano Costantino il Grande. Rappresenta l’unione di 80 vangeli
  • Il sole invincibile
  • Trasmutazione: processo che segna il passaggio da una serie di culti/religioni ad un unica religione
  • L’ultima cena
  • Marte e Venere
  • Eva
  • Yin e yang
  • Jean Cocteau: pittore
  • Simbologia della Rosa: eros 5 petali 
  • Merovingi:
  • Plantard e Saint-Claire: gli unici due cognomi superstiti della dinastia della Merovingi
  • Numerari e sovranumerari
  • Elizabeth: jet privato bianco di Teabing è un Hawker 731
  • Le Bourgette: aeroporto privato
  • Codice Leicster:
  • Pentametri giambici inglesi
  • Endecasillabo
  • Giambo
  • Cifrario Atbash
  • Hieros Gamos
  • Gnosis
  • Shekinah
  • Hoerodule: sacerdotesse Unione 
  • Baphomet
  • Zeus: capra corno
  • Sheshach babel
  • Biggin Hill: aeroporto inglese dove Sophie, Langdon e Teabing sono diretti
  • Temple church:
  • Pantheon sole
  • Londra
  • Stonehenge
  • Big Ben 
  • Tower Bridge
  • Millennium Eye
  • Tamigi
  • Castel Sant’Angelo
  • Giulio Cesare
  • William shakespeare 
  • Don Chisciotte
  • Ricerca Booleana
  • St. James Park a Londra
  • Westminster Abbey
  • Buckingham
  • Pinnacoli
  • Cuori, quadri, fiori, picche: Coppe, pentacoli, bastoni, spade (a pagina 454)
  • Newton
  • Alexander Pope
  • Cattedrale di Amiens Chartres:
  • Canterbury
  • College Garden frutteti ed erboristeria 
  • Guglielmo il conquistatore 1066
  • Nartece
  • Navata
  • Arco
  • Chauser
  • Dickens
  • Tennyson
  • Baldacchino 
  • Grifone
  • Costellazioni 
  • Coro
  • Navata
  • Altare
  • Pianeti
  • Chiostro 
  • Kensington Gardens
  • Cavallo di troia
  • Cappella di Rosslyn: 1446 dai templari in Scozia Cattedrale dei Codici
  • Stella di David: sigillo di Salomone
  • Boaz: colonna del Muratore 
  • Jachin: colonna dell’Apprendista
  • Yahweh e Shekinah

Titolo originale:  The Da Vinci Code

Autore: Dan Brown

Prima pubblicazione: 2003

Prima pubblicazione in Italia: Novembre 2003

La mia edizione: XLIV (44) Edizione – Gennaio 2005

Editore italiano: Mondadori

Collana: Omnibus

Genere: Romanzo, Thriller

Numero di pagine: 523

Preceduto da: Angeli e demoni

Seguito da: Il simbolo perduto